[Difro] Cass. 12476/2018 sulla regolarità del soggiorno del richiedente asilo in appello

http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20180521/snciv@s10@a2018@n12476@tO.clean.pdf

La corte di cassazione ribadisce che la sospensione del provvedimento di rigetto della commissione territoriale, prevista dall’art. 19, comma 4, del D. Lgs. 150/2011 (ora abrogato) permane per l’intero giudizio, quindi anche nel grado di appello e di cassazione.

La corte, riprendendo i propri precedenti sul punto (ord. 18737/2017; ord. 699/2018), osserva che “se la sospensione non si protraesse anche in grado d’appello e di cassazione, non avrebbe molto senso la previsione di termini entro cui definire il giudizio stesso sia in appello che in cassazione”.
Giova rilevare che anche l’art. 35 bis D. Lgs. 25/2008, che ha eliminato l’appello ed espressamente l’immediata efficacia della pronuncia di rigetto in primo grado con conseguente venir meno della sospensione, prevede un termine entro cui la corte di cassazione debba definire il ricorso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *