Cass. 2365/2019 sulla motivazione del foglio di via per pericolosità sociale

 

http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snpen&id=./20190118/snpen@s10@a2019@n02365@tS.clean.pdf

Il foglio di via obbligatorio emesso dal questore ai sensi del D. Lgs. 159/2011, pur costituendo manifestazione della più ampia discrezionalità amministrativa in quanto tipico atto con finalità preventiva basato su un giudizio prognostico di pericolosità sociale, deve fare riferimento agli elementi di fatto sui quali si basa il giudizio di appartenenza del prevenuto a una delle categorie indicate nell’articolo 2 del D.L. vo n° 159 del 2011 e indicare i motivi che inducono a ritenerlo socialmente pericoloso attraverso l’indicazione di concreti comportamenti del soggetto.
Il provvedimento che ritenga la pericolosità con espressioni generiche e relative a condotte prive di rilevanza penale è illegittimo  per violazione di legge e per eccesso di potere sotto il profilo della carenza di motivazione e deve pertanto essere disapplicato dal giudice penale chiamato ad applicare la sanzione prevista per la violazione del divieto di reingresso nel comune.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *